VerSacrum.com

Review VerSacrum.com

Il nuovo CD di questa band greca, tra la punte di diamante del goth old school, è pubblicato dall’etichetta italiana Mislealia Records. Questo lavoro si compone di dodici tracce, ricche di energia ed oscurità, come nella migliore tradizione della scuola nata in Inghilterra nella seconda metà degli anni ‘80 e i cui i massimi esponenti sono stati Fields of the Nephilim (scuola che è continuata negli anni ‘90 sia in Inghilterra, con i Rosetta Stone e le bands della Nightbreed, sia in Germania con gruppi come Still Patient? e Love Like Blood).

I Come With Reverse amalgamo questo sound, supportato dall’accoppiata drums-bassline ballabile nei dance floor più oscuri: non vogliono cadere nei cliché spesso stereotipati e mirati al successo di certa darkwave, rendendo il suono personale grazie agli intro suggestivi che aprono i loro pezzi e alla voce carica di pathos, tipica della tradizione greca (i più grandicelli e curiosi conscono i grandi South of No North).

Si sente che questi ragazzi vogliono collocarsi in un filone preciso, ma lo fanno con la classe dei grandi: pezzi come “A living moment” e “Sullen look” che aprono l’album, “Crawling in a wire”, “Your delight” o la nephilimiana “All that love” sono tutte delle hit potenziali. Il ritmo trasporta con il suo fascino oscuro, le canzoni danno carica e mettono voglia di ballarle allo stesso tempo, hanno un refrain che colpisce e risuona in testa anche quando il pezzo è finito. “Waiting for the sunsets”, “Democracy” e “Imeros” sono più atmosferiche; “Serenity” e “Yanil Tamburism” sono pezzi tormentati, spettrali, notturni. “Lust place” dimostra come goth ed elettronica possano amalgamarsi in sonorità oscuramente infestate, mentre “The veil of Hypocrisy” ammicca al metal in certi giri più pesanti.

Per concludere, un CD con talento e personalità: un lavoro degno di stare a fianco, senza sfigurare, a quelli di gruppi molto più blasonati. Non è facile collocarsi in una corrente e restare personali: i Come With Reverse ci riescono.

Link Of Review

Come With Reverse Playlist
TOP